Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi presenta “Italian Soundtracks” – il Maestro Giuseppe Grazioli e le colonne sonore Made in Italy, in streaming – Venerdì 21 maggio 2021 ore 21:00

Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi

presenta

“Italian Soundtracks”

Giuseppe Grazioli e le colonne sonore Made in Italy, in streaming con l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi

Venerdì 21 maggio 2021 ore 21:00

In Streaming sul portale web dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi (streaming.laverdi.org)

– S. Cipriani, Anonimo Veneziano Suite per orchestra (orchestrazione di W. Ross)

– P. Piccioni La notte brava

– A. Cicognini Pane, amore e…

– E. Morricone Il clan dei Siciliani, Suite per orchestra (orchestrazione di W.Ross)

– A. Trovajoli La Famiglia

– A. F. Lavagnino Venere imperiale

– A. Cicognini Totò, Peppino e i fuorilegge

– A. Trovajoli C’eravamo tanto amati, suite (orchestrazione di M. Abeni)

– F. Carpi Tema da Senza famiglia nullatenenti cercano affetto (SugarMusic)

– A. Trovajoli Profumo di donna (orchestrazione di W. Ross)

– R. Ortolani More (orchestrazione di W. Ross)

Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi Direttore Giuseppe Grazioli

L’esperienza della musica in streaming è stata preziosissima per l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi. Talmente tanto preziosa da decidere di proseguirla per un breve periodo dopo aver riaperto i battenti dell’Auditorium di Milano, il 19 maggio, creando una sorta di interregno tra virtuale e reale. Sarà il Maestro Giuseppe Grazioli il protagonista del nuovo appuntamento sul portale streaming dell’orchestra (streaming.laverdi.org), venerdì 21 maggio alle ore 21. Italian Soundtracks. Il concerto prende le mosse proprio dal CD uscito poco più di due mesi fa per la DECCA, registrato proprio insieme all’Orchestra di Largo Mahler. Una raccolta di capolavori che hanno rappresentato la veste sonora di pellicole memorabili dalla storia del cinema italiano.

Un album la cui finalità, in fondo, potrebbe essere riassunta dalle parole del Maestro Grazioli stesso: “Presentare queste musiche scollegate dalle immagini significa ridare loro una dignità musicale”.

Piero Piccioni, Fiorenzo Carpi, Ennio Morricone, Alessandro Cicognini, Armando Trovajoli. Nomi che hanno fatto grande il genere della colonna sonora nel mondo, e hanno dato lustro alla cultura italiana legata a questo specifico settore musicale. A tal punto, come ci suggerisce Grazioli, da renderlo sussistente di per sé stesso, senza essere necessariamente proposto insieme alla pellicola “sonorizzata”.

Musiche, del resto, create da musicisti preparatissimi. Ed è in fondo anche un po’ questo l’obiettivo i Grazioli: quello di restituire loro quella dignità che meritano. «È innegabile che la musica da film italiana ha un suo “sound” inconfondibile che deriva più o meno inconsciamente dal nostro patrimonio operistico e popolare e che rivela le tracce lasciate da autori come Vivaldi, Donizetti, Verdi, Puccini, Mascagni, Zandonai…».

Parte da questa considerazione il Maestro Grazioli questo affascinante progetto, col preciso intento di valorizzare un patrimonio musicale di cui essere orgogliosi. Un’occasione per scoprire alcuni grandi compositori che hanno messo la loro rigorosa formazione musicale al servizio della “settima arte”.

«Non esiste routine o cliché nella musica da film italiana di questo periodo. Ogni compositore ha una sua forte personalità che lo distingue dagli altri: una costellazione così variegata e ricca che sono sicuro farà rientrare dalla porta principale delle sale da concerto quegli autori costretti per scelta o per necessità a lavorare per il grande schermo».

Un concerto in streaming da non perdere, venerdì 21 maggio alle ore 21.

In Streaming sul portale web dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi (streaming.laverdi.org)

Condividi articolo:
Picture of Paola Pizzighini

Paola Pizzighini

Sono Avvocato Giuslavorista con 10 anni di esperienza nei più affermati studi legali Milanesi a cui è seguita una lunga esperienza in Confindustria in cui ho potuto sviluppare le mie capacità relazionali ed empatiche nelle relazioni industriali e istituzionali.

Articoli Simili