PER IL CICLO DI INTERVISTE “VOCI DAL TERRITORIO” MILANO SPARKLING METROPOLIS INTERVISTA CARMINE VENA CANDIDATO PRESIDENTE DEL MUNICIPIO 9 DI MILANO PER IL MOVIMENTO 5 STELLE

PER IL CICLO DI INTERVISTE

“VOCI DAL TERRITORIO”

MILANO SPARKLING METROPOLIS INTERVISTA

CARMINE VENA

CANDIDATO PRESIDENTE DEL MUNICIPIO 9 DI MILANO

PER IL MOVIMENTO 5 STELLE

PAOLA PIZZIGHINI, giornalista e co-founder di Milano Sparkling Metropolis, attivista di M5S, contribuisce da tempo alla nuova fase di discussione e di riorganizzazione del Movimento e al supporto delle liste Milanesi M5S, in particolare in questo periodo di sfide elettorali. Questo anche con il progetto editoriale “Voci dal Territorio” che ha la finalità di dare appunto voce alle idee di rinnovamento e alle istanze del territorio milanese e che oggi ospita, in questa intervista, il candidato Presidente del Movimento 5 Stelle del per il Municipio 9 del comune di Milano, Carmine Vena.

CHI E’ IL NOSTRO INTERVISTATO CARMINE VENA

Sono un papà di 54 anni ed abito a Milano dal 1989. Lavoro nel campo informatico da più di trent’anni, come sviluppatore, analista e project manager: sono abituato a studiare, analizzare e tradurre le esigenze in programmi, in azioni, in fatti concreti!

Da attivista del MoVimento 5 Stelle agisco nella stessa modalità, ascoltando le esigenze dei cittadini e traducendole in attività sul territorio milanese ed in particolare nel Municipio 9 in cui risiedo. Sono convinto che l’ascolto dei cittadini e la collaborazione con gli attivisti siano gli elementi fondanti dell’attività di chi fa parte del moVimento soprattutto per chi ha un ruolo di portavoce: cittadino tra i cittadini.

Ritengo quindi importante l’impegno sul territorio per fare rete tra attivisti, portavoce, cittadini dedicandosi ai problemi della propria città, paese o municipio. Un’opportunità che solo il MoVimento 5 Stelle è attualmente in grado di offrire e per questo mi sono messo al servizio di questo progetto in cui ho creduto sin dal primo istante: no politici di professione ma cittadini informati che si attivano.

Gli ambiti più vicini alla mia esperienza professionale e personale che metto a disposizione sono: Agenda Digitale, Affari Istituzionali, Attività Produttive e Occupazione, Ambiente e Protezione Civile, Cultura, Istruzione, Formazione, Comunicazione e Sport.

Il 20 agosto il Presidente Giuseppe Conte ha proposto come candidata Sindaca di Milano Layla Pavone per il valore aggiunto che la sua candidatura poteva portare alla campagna elettorale del Movimento come rappresentante della società civile. Questa proposta è stata poi ratificata dagli attivisti. Quale pensi possa essere l’effettivo “valore aggiunto” per questa campagna elettorale?

Per il gruppo del Movimento5stelle di Milano la proposta di candidatura a Sindaco di Milano di Layla Pavone è sicuramente una novità rispetto al passato; una candidata proveniente dalla “società civile”, non scelta tra gli iscritti al movimento milanese, non più un “poco conosciuto” attivista, bensì una manager, una sindaca con una visione verso il futuro che gli elettori milanesi penso gradiscano.

Per quanto ho potuto constatare sul “campo”, la nostra candidata Sindaca riesce a muoversi con molta sicurezza in ogni contesto, da quelli in cui le si chiede di parlare delle nostre idee di Innovazione, di Sostenibilità, di Verde e di una Milano più umana dinanzi ad una platea di professionisti o di fronte alle telecamere, a quelli altresì importanti tra i cittadini, sul territorio, nelle periferie, nei mercati a diretto contatto con i Cittadini, con i loro problemi quotidiani comuni a tanti altri! Cittadini che l’avvicinano per conoscerla e che si sono “innamorati” del suo modo di fare, di interloquire molto diretto e a loro vicino, non una politica ma un’amica fidata con cui si può parlare dei problemi e si aspetta delle reali soluzioni.

Ti presenti come candidato Presidente del Municipio 9 del Comune di Milano, che cosa ti ha spinto a “scendere in campo” in prima persona?

Per queste elezioni amministrative ho raccolto la proposta di candidarmi alla carica di Presidente del Municipio 9 di Milano; una responsabilità importante, condivisa col gruppo di attivisti di Municipio 9, una squadra che se dovessi risultare eletto sarà con me in Consiglio e sul territorio per raccogliere e portare avanti le istanze dei nostri concittadini adoperandosi tutti assieme per la soluzione dei problemi reali.

Il motivo principali per cui mi sono messo a disposizione è quello di proseguire e non far perdere quanto di fatto in 10 anni di presenza in Consiglio di Municipio 9 da parte dei portavoce del moVimento5stelle precedentemente eletti e proseguire con l’esperienza di un gruppo di attivisti “molto forte”, coeso e presente sul territorio in modo da continuare a portare la voce dei cittadini nel nostro municipio.

I Municipi di Milano sono delle “piccole città” all’interno della grande Milano. Quali sono le principali criticità del territorio del Municipio 9?

Per come sono stati divisi i territori di riferimento dei municipi di Milano, forse escludendo il primo municipio che ha caratteristiche e problematiche tipiche del centro cittadino, le criticità di Municipio 9 sono comuni a tutti gli altri: problematiche Casa/Housing Sociale, manutenzione edifici scolastici, degrado e abbandono delle periferie, sicurezza, sicurezza stradale, cementificazione e riduzione aree verdi (La Goccia, Scalo Farini…), traffico e inquinamento.

Sono da aggiungere, a nostro parere, la “vecchia” problematica specifica di zona, legata alla gestione delle acque del Seveso e alle possibili esondazioni in area Niguarda fino alla Stazione Garibaldi, che riteniamo non si risolva con le vasche di laminazione e quella relativamente “nuova” collegata alle aree del divertimento e della “movida” Corso Como, Via Borsieri/Isola che crea grossi problemi per i residenti e arrecano loro danni psicofisici (problemi di parcheggio, danni agli autoveicoli di proprietà, schiamazzi fino a tarda notte, rumori di piazza che non permettono il riposo notturno, ecc. ecc.).

L’aspetto principale su cui focalizzare l’attività del primo periodo di consiliatura, indipendentemente dal fatto di essere eletto o meno è quello di dare maggior peso ai cittadini del Municipio soprattutto a quelli residenti in periferia, andando a lavorare con tutto il gruppo del Movimento5stelle milanese e con i portavoce ad ogni livello (Comunale, Regionale in primis) per richiedere le necessarie modifiche dei regolamenti comunali riguardanti il “peso”, le autonomie, le deleghe dei Consigli di Municipio, affinché i problemi rilevati grazie alle attività dei consiglieri sul territorio municipale vengano realmente presi in considerazione da parte delle amministrazioni centrali Consiglio Comunale, Assessorati…) e venga data loro soluzione nei tempi e nei modi attesi ma soprattutto con una gestione di municipio che sia di responsabilità e non solo di consultazione.

I lettori di Milano Sparkling Metropolis vorrebbero conoscere i componenti della lista M5S a sostegno della tua candidatura. Ci puoi presentare i nominativi e spiegare come è stata costruita la lista?

La decisione di proporre una lista ed un candidato presidente del moVimento5stelle in Municipio 9 è arrivata in leggero ritardo rispetto a quelle di altri municipi; grazie all’aiuto di tutto il gruppo milanese siamo riusciti a presentare una buona lista di candidati: vi sono alcuni attivisti storici di zona, come il capolista Alan Candia e alcuni attivisti provenienti da fuori Milano con cui in passato abbiamo condiviso battaglie importanti come ad esempio quella contro le vasche di laminazione e sulle problematiche legate all’esondazione del Seveso.

Vorrei altresì sottolineare anche il fatto che in lista risultano diversi Consiglieri Municipali del moVimento5stelle eletti nel 2016 non solo in municipio 9 come Claudio Sasso e Santo Crea ma anche in municipio 2, 3, 4 e 8; come a sottolineare l’importanza di questo municipio per quanto fatto in passato.

Ecco i nominativi:

1 Candia Alan Francesco Michele 2 Crea Santo 3 Sasso Claudio 4 Riccitelli Pierluigi 5 Arosio Alberto 6 Strano Carmelo 7 Napoli Antonio 8 Reale Marilla Arna 9 Progetto Christian Giovanni 10 Galetti Eugenio 11 Sironi Elena 12 Carcano Cristina 13 Colomo Carmela 14 Del Vaglio Maria Chiara 15 Manno Ersilia 16 Pace Ilaria 17 Tomei Livio 18 Del Duca Rosalia 19 Zerbino Dario 20 Calzavara Paolo Alfonso Giorgio 21 Trenta Cosimo

CHI E’ LA NOSTRA GIORNALISTA

PAOLA PIZZIGHINI, avvocato giuslavorista e giornalista è Co-founder del Blog culturale Milano Sparkling Metropolis. E’ attivista del Movimento 5 Stelle di Milano, per il quale è stata candidata alle Elezioni Europee nel 2019 e Rappresentante per la Lombardia agli Stati Generali del novembre 2020, in prima linea per le prossime elezioni amministrative 2021 a Milano e in Lombardia.

Condividi articolo:
Picture of Paola Pizzighini

Paola Pizzighini

Sono Avvocato Giuslavorista con 10 anni di esperienza nei più affermati studi legali Milanesi a cui è seguita una lunga esperienza in Confindustria in cui ho potuto sviluppare le mie capacità relazionali ed empatiche nelle relazioni industriali e istituzionali.

Articoli Simili