PER IL CICLO DI INTERVISTE “VOCI DAL TERRITORIO” MILANO SPARKLING METROPOLIS INTERVISTA VINCENZO NICOLAIO PORTAVOCE DEL MOVIMENTO 5 STELLE NEL COMUNE DI PAVIA

PER IL CICLO DI INTERVISTE

“VOCI DAL TERRITORIO”

MILANO SPARKLING METROPOLIS INTERVISTA

VINCENZO NICOLAIO

PORTAVOCE DEL MOVIMENTO 5 STELLE NEL COMUNE DI PAVIA

PAOLA PIZZIGHINI, giornalista e co-founder di Milano Sparkling Metropolis, attivista di M5S, contribuisce da tempo alla nuova fase di discussione e di riorganizzazione del Movimento e al supporto delle realtà locali Lombarde M5S. Questo anche con il progetto editoriale “Voci dal Territorio” che ha la finalità di dare appunto voce alle idee di rinnovamento e alle istanze del territorio lombardo e che oggi ospita, in questa intervista, il Portavoce del Movimento 5 Stelle nel Comune di Pavia, VINCENZO NICOLAIO.

CHI È IL NOSTRO INTERVISTATO VINCENZO NICOLAIO

Sono nato a Torraca in provincia di Salerno nel giugno del 1950, sono residente a Pavia dal 1963, ho conseguito la laurea in architettura al Politecnico di Milano nell’anno 1975 e ho iniziato subito la professione in un piccolo studio partendo da zero in quanto la mia famiglia di immigrati non era in grado di fornirmi alcun supporto economico.

Ho lavorato fino al dicembre dell’anno 2009 e dal gennaio del 2010 sono in pensione, mia personale scelta per lasciare posto ai giovani.

Nell’ambito professionale mi sono occupato soprattutto di pianificazione territoriale e da tempo vorrei mettere a disposizione del Movimento questa mia esperienza maturata durante gli anni lavorativi.

Penso che sia molto importante la pianificazione territoriale che oggi manca completamente anche nei propositi del Movimento, secondo me importante perché sulla base della pianificazione ed uso del territorio si incide profondamente sulla vita dei cittadini.

Dopo l’Assemblea Generale degli Stati Generali del 2020 sono emersi con chiarezza alcuni indirizzi della base del Movimento su temi identitari di M5S come il limite ai due mandati, la posizione autonoma del Movimento rispetto alle alleanze elettorali, la Governance Collegiale e su questo dibattito oggi si inserisce il nuovo Statuto presentato da Giuseppe Conte e approvato dagli attivisti. Un tuo commento su questa nuova fase del Movimento, anche tenuto conto dei risultati elettorali dell’ultima tornata elettorale.

Ritengo che gli Stati Generali siano stati un magnifico momento di discussione, ma ora bisogna passare ai fatti che ancora non ci sono in quanto da anni ormai continuiamo a sollecitare un cambiamento nell’organizzazione sul territorio che ci vede assenti come punto di riferimento dei cittadini che hanno bisogno di un supporto e come centro di aggregazione, discussione e partecipazione.

Spero che il Presidente Conte faccia passi avanti nell’organizzazione territoriale, ma gli ultimi fatti non mi vedono ottimista.

In tutti questi anni abbiamo svolto un grande lavoro ma non riusciamo più ad andare avanti così, con campagne elettorali senza avere materiali se non nell’ultima settimana di propaganda e completamente slegati e non informati delle iniziative ai vari livelli dei nostri rappresentanti nelle istituzioni.

Sei stato eletto Portavoce nel Comune di Pavia nel 2019. Aspetti positivi e negativi di questa esperienza ed in particolare quali sono i principali problemi del territorio di Pavia.

Sono stato eletto portavoce in comune a Pavia nell’anno 2019 con un bel gruppo di attivisti che pian piano, alla luce dei cambiamenti, ci hanno portato ai minimi termini in fatto di partecipazione.

Il territorio del pavese è un territorio difficile, esiste un grosso inquinamento dovuto allo spargimento dei fanghi industriali in agricoltura e l’incremento sostenuto di grandi logistiche che con la partecipazione solerte degli enti pubblici stanno invadendo il territorio pavese, togliendo grandi porzioni di terreno all’agricoltura.

Nel comune di Pavia si sono dati il cambio ad ogni elezione destra e sinistra che si sostengono a vicenda cercando di non farsi male.

A Pavia la maggior parte dei cittadini è dipendente dello stato e quindi negli anni non ha avuto problemi di sopravvivenza e quindi non ha voglia di cambiamenti, ai pavesi piace vivere nella sonnolenza senza pensare ai giovani e a migliorare la loro vita.

E’ molto difficile operare in tale ambito ma ce la metteremo tutta per cercare di portare i cambiamenti utili a migliorare la vita dei cittadini!

CHI E’ LA NOSTRA GIORNALISTA

PAOLA PIZZIGHINI, avvocato giuslavorista e giornalista è Co-founder del Blog culturale Milano Sparkling Metropolis. E’ attivista del Movimento 5 Stelle di Milano, per il quale è stata candidata alle Elezioni Europee nel 2019 e Rappresentante per la Lombardia agli Stati Generali del novembre 2020, in prima linea a supporto dei Portavoce e degli attivisti del Movimento 5 Stelle nella Città Metropolitana di Milano e in Lombardia.

Condividi articolo:
Picture of Paola Pizzighini

Paola Pizzighini

Sono Avvocato Giuslavorista con 10 anni di esperienza nei più affermati studi legali Milanesi a cui è seguita una lunga esperienza in Confindustria in cui ho potuto sviluppare le mie capacità relazionali ed empatiche nelle relazioni industriali e istituzionali.

Articoli Simili

Omar Calembo M5S

Omar Calembo M5S Carissimi per la mia rubrica “elezioni 2024 conosci i candidati” ascoltiamo Omar Calembo, candidato M5S a Rozzano

Leggi di più