PREVIEW – MUSEO DEL NOVECENTO E FONDAZIONE FURLA – ADELINA HUSNI-BEY “FRANGENTE/BREAKER” – 17 E 18 GENNAIO 2018

Museo del Novecento e Fondazione Furla
presentano
ADELITA HUSNI-BEY
Frangente/Breaker
17 e 18 gennaio 2018  
Sala Fontana, Museo del Novecento, Milano
Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria, fino a esaurimento posti
Le prenotazioni verranno aperte mercoledì 10 gennaio
Terzo appuntamento di FURLA SERIES #01
Time after Time, Space after Space
A cura di Bruna Roccasalva e Vincenzo de Bellis
Museo del Novecento e Fondazione Furla presentano Adelita Husni-Bey, artista italo-libica che per il terzo appuntamento di Furla Series #01 – Time after Time, Space after Space presenta Frangente/Breaker, una performance in tre atti che si snoda lungo un percorso all’interno e all’esterno degli spazi museali.
I rapporti di potere, le dinamiche relazionali e la pedagogia sono tematiche centrali nella ricerca di Adelita Husni-Bey che si declina in vari media e spesso si avvale di collaborazioni multidisciplinari. Basandosi su un’idea partecipativa di performance, l’artista organizza articolate situazioni laboratoriali, indagando il rapporto tra dimensione individuale e collettiva.
Frangente/Breaker è una performance in tre atti che mette insieme un intervento site-specific, la rielaborazione in chiave performativa di un lavoro sonoro del 2013 e un’azione pubblica per creare un unico momento di riflessione sull’autorità, sull’idea di barriera e di confine, sul concetto di nazionalismo e la percezione dell’altro.
Il primo atto consiste in una performance realizzata per l’occasione che prevede la partecipazione del pubblico attraverso una sua interazione con alcune opere della collezione permanente del museo. Il percorso continua in Sala Fontana, con il secondo atto che coinvolge alcuni residenti del centro di accoglienza per migranti presso l’ex-caserma Montello di Milano, e si conclude con il terzo e ultimo atto che, attraverso un’azione in esterna, si confronta con una dimensione pubblica.
Ispirata in parte al saggio Reflections on Exile (2002) in cui Edward W. Said afferma che “tra il nazionalismo e l’altro c’è la proscrizione – il ‘fuori’, dove chi non è benvenuto viene dimenticato. Questo è il pericoloso territorio della non-appartenenza”, Frangente/Breaker – termine dal molteplice significato che indica sia un’onda che la sua estensione, sia una barriera che una situazione difficile o una circostanza rischiosa – è un percorso all’interno delle dinamiche sociali e politiche che regolano la nostra relazione con l’“altro”, un invito a riflettere sulle nozioni di nazione, comunità e dislocamento all’interno del complesso scenario della contemporaneità.
Adelita Husni-Bey. Frangente/Breaker è il terzo appuntamento di Furla Series #01 – Time after Time, Space after Space, un programma dedicato alla performance che, attraverso cinque focus su altrettanti artisti di generazioni e provenienze differenti, presenta una pluralità di approcci a questa forma espressiva.
La programmazione, iniziata nell’autunno 2017 con i due eventi dedicati a Simone Forti e ad Alexandra Bachzetsis, prevede altri due appuntamenti con Paulina Olowska (6 marzo 2018) e Christian Marclay (13-14 aprile 2018).
Adelita Husni-Bey. Frangente/Breaker
17 e 18 gennaio 2018
ore 19.00
Sala Fontana, Museo del Novecento, Milano
ENGLISH VERSION
Museo del Novecento and Fondazione Furla
present 
ADELITA HUSNI-BEY
Frangente/Breaker
January 17 and 18, 2018                  
Sala Fontana, Museo del Novecento, Milan
Admission free, but capacity is limited and reservations are required
Booking opens on Wednesday January 10
The third event in FURLA SERIES #01
Time after Time, Space after Space
Curated by Bruna Roccasalva and Vincenzo de Bellis
Museo del Novecento and Fondazione Furla present Libyan-Italian artist Adelita Husni-Bey, who for the third event of Furla Series #01 – Time after Time, Space after Space will stage Frangente/Breaker, a three-act performance that unfolds both inside and outside the museum galleries.
Power dynamics, human relationships, and education are themes central to the work of Adelita Husni-Bey, which ranges through different media and often draws on cross-disciplinary collaboration. Taking a participatory approach to performance, the artist organizes complex workshop situations that explore the relationship between the individual and collective spheres.
Frangente/Breaker is a performance in three acts that combines a site-specific project with a performative reinterpretation of a sound work from 2013 and a public action, brought together as a single reflection on authorship, on barriers, borders, and nationalism, and on the perception of otherness.
The first act is a performance, developed for the occasion, that brings visitors into interaction with several works from the museum’s permanent collection. The event then continues in the Sala Fontana, with a second act involving asylum seekers currently housed at the former barracks Montello in Milan, and concludes with a third and final act that takes place outside, in an action that moves into the public sphere.
Frangente/Breaker is informed in part by the essay Reflections on Exile (2002) in which Edward W. Said says that between nationalism and otherness lies banishment—everyone unwelcome is relegated to the “outside” and forgotten, and “just beyond the frontier between ‘us’ and the ‘outsiders’ is the perilous territory of non-belonging.” Bearing a title with multiple meanings—a wave, and its length; a barrier, and a difficult juncture or risky circumstance—the performance is an exploration of the social and political dynamics governing our relationship with the “other,” an invitation to reflect on the concepts of nation, community, and displacement within the complex landscape of contemporary life.
Adelita Husni-Bey. Frangente/Breaker is the third event in Furla Series #01 – Time after Time, Space after Space, a performance-centered program that will present five events by five artists from different generations and backgrounds, to showcase a wide range of approaches to this form of expression.
The series began in the fall of 2017 with events dedicated to Simone Forti and Alexandra Bachzetsis, and will include two more events featuring Paulina Olowska (March 6, 2018) and Christian Marclay (April 13-14, 2018).
Adelita Husni-Bey. Frangente/Breaker
January 17 and 18, 2018
7 PM
Sala Fontana, Museo del Novecento, Milan
Condividi articolo:
Picture of Paola Pizzighini

Paola Pizzighini

Sono Avvocato Giuslavorista con 10 anni di esperienza nei più affermati studi legali Milanesi a cui è seguita una lunga esperienza in Confindustria in cui ho potuto sviluppare le mie capacità relazionali ed empatiche nelle relazioni industriali e istituzionali.

Ultimi Articoli

Iscriviti al sito tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo sito, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi articoli.

Unisciti a 3.385 altri iscritti