PRIDE – NON SAREMO PRECARI DELLE NOSTRE VITE, DISCRIMINATI E SOTTO RICATTO, SAREMO LIBERI DI ESSERE. QUEST’ANNO IL CARRO DEL M5S, GRAZIE AI NOSTRI ATTIVISTI

Per un rappresentante delle istituzioni essere presente in Parata vuol dire impegnarsi a difendere un diritto acquisito alla nascita: essere persone liberi di mostrare il proprio corpo, la propria personalità, la propria cultura senza sentirsi emarginati, giudicati da chi, invece, dovrebbe garantire il diritto umano, sociale e culturale di un popolo.
Quest’anno in Parata anche un carro del Movimento 5 Stelle, grazie all’impegno e al lavoro dei nostri attivisti.

Governo e Regione, di forza conservatrice, ci vogliono precari della nostra vita e non protagonisti, ci vogliono instabili, fragili e così deboli da cedere al ricatto.
Voglio che questa Regione diventi giusta, impegnata a difendere il diritto di tutti i cittadini, voglio lavorare perché le persone della comunità LGBTQIA+, le donne e le categorie più fragili non si sentano più cittadini discriminati, ma liberi di Essere.

È per questo che in Regione Lombardia porteremo avanti, con le forze di opposizione, il Progetto di legge, il PdL 109, Jolanda Nanni, sulle norme contro le discriminazioni determinate dall’orientamento sessuale e dall’ identità di genere che aspetta di essere discusso da ben due legislature, ma fino ad oggi solo ostacolato e poi affossato.

Condividi articolo:
Picture of Paola Pizzighini

Paola Pizzighini

Sono Avvocato Giuslavorista con 10 anni di esperienza nei più affermati studi legali Milanesi a cui è seguita una lunga esperienza in Confindustria in cui ho potuto sviluppare le mie capacità relazionali ed empatiche nelle relazioni industriali e istituzionali.

Articoli Simili