PER IL CICLO DI INTERVISTE “VOCI DAL TERRITORIO” MILANO SPARKLING METROPOLIS INTERVISTA LUCA DEGANO PORTAVOCE DEL MOVIMENTO 5 STELLE NEL COMUNE DI LODI

PER IL CICLO DI INTERVISTE

“VOCI DAL TERRITORIO”

MILANO SPARKLING METROPOLIS INTERVISTA

LUCA DEGANO

PORTAVOCE DEL MOVIMENTO 5 STELLE NEL COMUNE DI LODI

PAOLA PIZZIGHINI, giornalista e co-founder di Milano Sparkling Metropolis, attivista di M5S, contribuisce da tempo alla nuova fase di discussione e di riorganizzazione del Movimento e al supporto delle realtà locali Lombarde M5S. Questo anche con il progetto editoriale “Voci dal Territorio” che ha la finalità di dare appunto voce alle idee di rinnovamento e alle istanze del territorio lombardo e che oggi ospita, in questa intervista, il Portavoce del Movimento 5 Stelle nel Comune di Lodi, LUCA DEGANO.

CHI È IL NOSTRO INTERVISTATO LUCA DEGANO

Mi chiamo Luca Degano, sono lodigiano di adozione in quanto sono nato a Udine il 1 novembre 1970. Mi sono sempre occupato di sociale , in particolare sport e disabili. Dal 1995 sono impegnato come volontario in alcune associazioni del territorio.

Mi sono sempre interessato di politica , anche se fino al 2013, non mi ero mai impegnato attivamente. La scintilla è stata Beppe Grillo, che seguivo già dal 2009 e il suo progetto di cambiamento. Da allora il mio impegno per Lodi è sempre stato prioritario e ancor oggi ho grande voglia ed entusiasmo per affrontare nuove sfide.

Dopo l’Assemblea Generale degli Stati Generali del 2020 sono emersi con chiarezza alcuni indirizzi della base del Movimento su temi identitari di M5S come il limite ai due mandati, la posizione autonoma del Movimento rispetto alle alleanze elettorali, la Governance Collegiale e su questo dibattito oggi si inserisce il nuovo Statuto presentato da Giuseppe Conte e approvato dagli attivisti. Un tuo commento su questa nuova fase del Movimento, anche tenuto conto dei risultati elettorali dell’ultima tornata elettorale.

Con Conte si apre effettivamente una fase nuova del Movimento, che si è evoluto dal 2009 al 2018, passando da forza popolare in contrapposizione alla governance, a forza di governo.

Definirei, quindi, fisiologico l’arrivo di figure indiscutibilmente preparate e oneste come Conte, in grado di portare novità e grandi competenze, a “capo” di un movimento che ha in primis l’esigenza vitale di guardare molto di più ai territori, campo in cui il Movimento ha sempre storicamente faticato, alla pari della grande e forte esigenza di strutturarsi diversamente rispetto al passato. Il vero compito di Conte è proprio questo.

Sei Portavoce nel Comune di Lodi dal 2013 e il prossimo anno la città andrà al voto per le elezioni amministrative Comunali. E’ recentissima la notizia di un’ampia coalizione di centro-sinistra che sosterà il candidato Sindaco del Pd Andrea Furegato a cui parteciperà anche il Movimento 5 Stelle. Quali sono stati i presupposti di questa alleanza e quali sono i principali problemi del territorio a cui volete dare una risposta?

Si, sono portavoce dal 2013 e cioè da quando il Movimento è entrato per la prima volta in Consiglio Comunale a Lodi.

Per quanto riguarda le prossime elezioni non nascondo che ci sono delle difficoltà nel coinvolgere i cittadini, nel 2017 il riscontro nelle piazze era diverso, percepiamo oggi un distacco sempre maggiore tra i cittadini e la politica e in questo scenario la scelta di sedersi ad un tavolo con le altre forze di opposizione ci è sembrata quella migliore, per due ragioni:

1) Siamo consapevoli che il nostro peso politico sia minore rispetto al 2017, ma vogliamo comunque tentare di portare avanti i temi che riteniamo utili ai lodigiani, e per farlo l’unica strada è quella di sedersi ad un tavolo con tutte quelle forze politiche cittadine che li condividono.

2) La seconda ragione è cercare di mandare a casa l’attuale maggioranza, capace solo di creare divisioni in città, di alimentare scontri sociali tra la popolazione, di aver quasi azzerato il ruolo di Lodi come riferimento per tutto il territorio lodigiano e per aver dimostrato in più occasioni di non saper governare una città come Lodi. Mai Lodi ha avuto una Giunta così poco capace di ascoltare la città e soprattutto impreparata.

Con questa scelta siamo consapevoli che ci stiamo giocando tutto e sappiamo che scontenteremo qualcuno ma riteniamo che sia la strada migliore.

Partecipazione, equità sociale, trasparenza, sono e dovranno essere i nostri obiettivi per Lodi, in particolare la partecipazione della cittadinanza alle scelte importanti riteniamo sia fondamentale per la nostra comunità.

CHI E’ LA NOSTRA GIORNALISTA

PAOLA PIZZIGHINI, avvocato giuslavorista e giornalista è Co-founder del Blog culturale Milano Sparkling Metropolis. E’ attivista del Movimento 5 Stelle di Milano, per il quale è stata candidata alle Elezioni Europee nel 2019 e Rappresentante per la Lombardia agli Stati Generali del novembre 2020, in prima linea a supporto dei Portavoce e degli attivisti del Movimento 5 Stelle nella Città Metropolitana di Milano e in Lombardia.

Condividi articolo:
Picture of Paola Pizzighini

Paola Pizzighini

Sono Avvocato Giuslavorista con 10 anni di esperienza nei più affermati studi legali Milanesi a cui è seguita una lunga esperienza in Confindustria in cui ho potuto sviluppare le mie capacità relazionali ed empatiche nelle relazioni industriali e istituzionali.

Articoli Simili

Omar Calembo M5S

Omar Calembo M5S Carissimi per la mia rubrica “elezioni 2024 conosci i candidati” ascoltiamo Omar Calembo, candidato M5S a Rozzano

Leggi di più